Non sai come trovare lavoro? Vieni a sentire le opportunità che ti offre Regione Lombardia

13 Mar 2015 - Senza categoria

Non sai come trovare lavoro? Vieni a sentire le opportunità che ti offre Regione Lombardia

ven-13-mar

La disoccupazione giovanile, ormai lo sanno pure i muri, ha sfondato la soglia del 40%. Tradotto: praticamente uno su due è a spasso. Tradotto ancora meglio: praticamente uno su due è costretto a mantenersi sulle spalle dei genitori, sperando che questi abbiano entrambi uno stipendio o una pensione, poichè anche su questo fronte non siamo messi molto bene.

Questa situazione apre a due temi:

  • nel breve termine, la politica deve portare a conoscenza dei cittadini tutti gli strumenti a disposizione per aumentare la possibilità di ottenere un posto di lavoro. Si pensi ad esempio alle politiche occupazionali di Regione Lombardia, che – tra il fondo Garanzia Giovani, la Dote unica lavoro e gli incentivi per l’avvio di imprese da parte degli under 35 – ha messo in campo un bel po’ di risorse;
  • nel medio/lungo termine, la politica deve fornire ai cittadini una prospettiva per risolvere strutturalmente un meccanismo ormai definitivamente rotto. In questo, l’idea più interessante attualmente in giro è quella della cosiddetta ‘Staffetta Generazionale’ per favorire l’ingresso dei giovani e al contempo non abbandonare d’improvviso gli anziani. Anche qui, Regione Lombardia è partita in anticipo su tutti con studi e sperimentazioni sul territorio.

Di tutto questo, abbiamo deciso di parlarne questa sera a Milano (ore 18 alla Sala Alessi di Palazzo Marino, P.zza della Scala): un’iniziativa congiunta dei gruppi consiliari Lega Nord e Forza Italia al Comune di Milano che avrà come ospiti, tra gli altri, l’Assessore regionale al Lavoro Valentina Aprea, il suo Direttore Generale Gianni Bocchieri e il Presidente della Commissione regionale Lavoro e Attività produttive, Angelo Ciocca. Oltre ai consiglieri Alessandro Morelli, Alan Rizzi, Igor Iezzi, Pietro Tatarella e Andrea Mascaretti.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *